AP ha staccato la spina perchè le cose non si facevano – Intervista di Tribuna ad Antonella Mularoni

San Marino. Antonella Mularoni striglia gli ex colleghi. “Ap ha staccato la spina perché le cose non si facevano”
pubblicato da David Oddone agosto 24, 2016

Il Consiglio è arrivato, ieri, a tempo di record, all’apertura del comma centrale di questa sessione: le dimissioni di Antonella Mularoni dal governo. Ennesima occasione dunque per capire qualche cosa in più dal partito che ha staccato la spina al governo.

Segretario, ci accuseranno di tirare in ballo sempre lei e Ap, ma proprio non riusciamo a comprendere il silenzio del suo partito rispetto alle accuse piovute alla festa dell’amicizia. E’ vero che con voi al governo non si riesce a fare nulla?

“Nei discorsi ufficiali questa frase in verità viene poco utilizzata, perché se parliamo di provvedimenti utili per il Paese molto come Ap abbiamo fatto e non abbiamo mai bloccato interventi dei nostri ex-alleati. (altro…)

Learn More

Il paese non può sopportare un altro anno di “latitanza”

San Marino. Intervista ad Antonella Mularoni (Ap): “Movimenti? “Mi preoccupa molto la violenza che riescono ad esprimere”
pubblicato da David Oddone agosto 19, 2016

Giorni di febbrili incontri politici. Per capire situazioni e scenari abbiamo avuto una gradevole chiacchierata con Antonella Mularoni.

Segretario, ancora oggi analisti e osservatori non hanno capito perché Ap ha staccato la spina. Le malelingue parlano di “affari di famiglia” nell’Iss. E’ così?
“Ap ha detto e scritto in tutti i modi che la spina è stata staccata in quanto il governo e la maggioranza in particolare negli ultimi mesi ​sono rimasti al palo su tante questioni importanti. Non sarebbe stato un atto di responsabilità nei confronti del Paese attendere un altro anno di ‘latitanza’, dovuto al clima pre-elettorale che non facilita certo l’adozione di misure strutturali. La sessione consiliare di luglio ha registrato un grado di litigiosità (altro…)

Learn More

Dimissioni di Antonella Mularoni: gli interventi in Consiglio

Consiglio Grande e Generale 24 agosto 2016
I Consiglieri di Alleanza Popolare Matteo Fiorini, Antonella Mularoni e Nicola Renzi, intervengono in Consiglio Grande e Generale sul comma 11: Presa d’atto delle dimissioni del Segretario di Stato per il Territorio e l’Ambiente, Antonella Mularoni (ai sensi dell’art.3 della Legge n.184/2005)

matteofiorini 185x185Ascolta l’intervento di Matteo Fiorini

antonella rosaAscolta l’intervento di Antonella Mularoni

nicolaAscolta l’intervento di Nicola Renzi

valeria185Ascolta l’intervento di Valeria Ciavatta

marioAscolta l’intervento di Mario Venturini

Learn More

Piano di riqualificazione della cartiera Ciacci

zona industriale gualdicioloLa Segreteria al Territorio guidata da Antonella Mularoni lascia in “eredità” al Paese un intervento molto concreto e richiesto a gran voce dalla cittadinanza. Ovvero il “piano” di riqualificazione della Cartiera Ciacci. Un lavoro cominciato e portato a termine a tempi di record.

L’impegno del Territorio
Si parte con la delibera datata 19 aprile, dal titolo: “Riqualificazione del sito industriale Cartiera Ciacci”, nella quale si prende atto come l’impianto industriale risulti fra i più energivori della Repubblica con un impatto ambientale rilevante. (altro…)

Learn More

Replica a NS

Purtroppo dobbiamo constatare come da alcuni giorni AP sia diventata il bersaglio principale delle attenzioni di NS, tramite le dichiarazioni del Segretario Arzilli e vari comunicati stampa in cui erano contenuti molti attacchi gratuiti al nostro movimento.
Alleanza Popolare ritiene che non si debba perdere tempo in inutili quanto sterili polemiche. Di un alto grado di litigiosità nella maggioranza tutti hanno avuto varie testimonianze: basti pensare all’ultima sessione del Consiglio Grande e Generale (altro…)

Learn More

Non perdiamo altro tempo

Il Segretario all’Industria e Commercio Marco Arzilli si è detto dispiaciuto perché Alleanza Popolare, con il ritiro della propria delegazione di Governo, ha impedito di mettere in sicurezza il bilancio di previsione dello Stato. Anche il suo partito di riferimento Noi Sammarinesi sembra abbia sposato questa tesi. Che l’ex-maggioranza potesse mettere in sicurezza il bilancio, visto l’alto tasso di litigiosità degli ultimi tempi oltre ai disaccordi (altro…)

Learn More

Paese reale e tatticismi surreali

Che la scelta compiuta dal nostro movimento non fosse facile e si prestasse a molte e diverse interpretazioni era scontato, ma alcune di quelle date in questi giorni sono veramente surreali e meritano una risposta.
Partiamo da quelle del movimento degli “uomini nuovi”, alcuni dei quali, passati per molti partiti e dopo essere stati collaterali o aver addirittura appoggiato alcuni degli uomini politici più “influenti” del passato, (altro…)

Learn More

AP ritira la delegazione di Governo

L’Assemblea di Alleanza Popolare riunitasi nella serata di ieri, 26 luglio 2016, ha concluso il confronto interno sulla situazione politica e sull’attività di Governo, confronto iniziato e condotto in precedenti riunioni.
L’Assemblea, nel corso dei suoi incontri, ha analizzato l’attuale fase e gli importanti impegni che Governo e Consiglio Grande e Generale devono assumere per affrontare snodi fondamentali per la Repubblica.
Di fronte ai gravi problemi da risolvere, specialmente in ambito economico, finanziario e di bilancio pubblico il Paese merita un Governo forte e sostenuto da una maggioranza unita, mentre si deve purtroppo registrare che le difficoltà già in precedenza rilevate si sono recentemente acuite, giungendo a livelli di conflittualità e divergenze che impediscono di conseguire ulteriori risultati.
La legislatura in corso ha visto il raggiungimento di importanti traguardi, tra i quali: la riforma IGR, l’uscita dalla black-list, la concretizzazione del progetto del Polo della Moda, la diminuzione della spesa corrente, le leggi ed iniziative a sostegno della giustizia e dell’attività della magistratura.
Ma, accanto a motivi di insoddisfazione sollevati nell’ultimo anno da più parti e specialmente in alcuni settori, oggi emergono esigenze e problemi tali da richiedere l’apertura di una nuova fase, per offrire reali opportunità di soluzione alle emergenze. Proseguire in una situazione di stasi politica non farebbe bene al Paese, per il rischio concreto di perdere tempo prezioso.
In ragione di queste valutazioni, l’Assemblea di Alleanza Popolare ha dato incarico ai suoi esponenti di ritirare la delegazione di Governo richiedendo, a tale scopo, un appuntamento alla Ecc.ma Reggenza.
Un tentativo per fare chiarezza e ricercare le migliori soluzioni ad una fase così complessa e delicata; non un modo per sottrarsi al proprio mandato ed ai propri doveri, ma una ancora maggiore assunzione di responsabilità nei confronti del Paese
L’Assemblea di Alleanza Popolare ha, inoltre, ritenuto che, davanti ad una situazione particolarmente complessa, sia necessario appellarsi a tutte le forze politiche e alle espressioni più rappresentative della società affinché contribuiscano a concretizzare risposte risolutive e condivise, che sono non solo auspicabili ma possibili.
Tra queste priorità: la risoluzione delle difficoltà del settore bancario e finanziario, la salvaguardia del sistema sanitario e previdenziale, il rilancio dello sviluppo economico e dell’occupazione, le riforme istituzionali.
Occorre una chiamata forte all’assunzione della consapevolezza da parte della cittadinanza, e della responsabilità, da parte di tutte le forze sociali e politiche che intendano mettersi in gioco, se necessario anche attraverso un passaggio elettorale.
Una unità nazionale che metta da parte i particolarismi, le rendite di posizione e le sterili demagogie e si basi sulla progettualità e sulla condivisione di pochi punti programmatici per mettere in sicurezza il Paese.
L’Assemblea di AP ha quindi dato pieno mandato ai suoi rappresentanti per intraprendere tutte le vie necessarie ad aprire questa nuova fase politica nei modi e nei tempi più adeguati, fermo restando che in ogni caso deve essere garantito l’iter di approvazione delle leggi di recepimento dei quesiti referendari.

Learn More

D.ssa Donatella Rossi, ex medico fiscale, contro ISS

La dr.ssa Donatella Rossi ha vinto il ricorso di terza istanza presso il Tribunale Amministrativo contro il provvedimento di collocazione a riposo – senza i requisiti pensionabili – che l’Istituto per la Sicurezza Sociale, applicando in modo discutibile e approssimativo una norma contenuta nella legge finanziaria di qualche anno fa, aveva emesso a suo carico.
All’epoca dei fatti, Alleanza Popolare aveva contestato la norma limitatamente agli effetti che avrebbe avuto sulla sanità, che correva il rischio di essere privata di alcune figure difficilmente sostituibili per effetto delle ben note difficoltà di reperimento del personale medico. Il Governo non aveva voluto sentire ragioni e la dr.ssa Rossi, dirigente della Medicina Fiscale, fu collocata a riposo nonostante poco tempo prima avesse firmato il rinnovo triennale del proprio incarico e non fosse in possesso dei requisiti minimi pensionabili.
Ora il Tribunale ha riconosciuto l’illegittimita’ del provvedimento e ha disposto il pagamento degli arretrati e il reintegro sul posto di lavoro.
Ci chiediamo: chi dovrebbe pagare per l’enorme stupidità commessa?

Learn More

Interpellanza ISS

INTERPELLANZA

Alcuni lavoratori di aziende private ci hanno segnalato di essere stati sottoposti alla visita medica periodica di Medicina del Lavoro in un mezzo mobile parcheggiato nei pressi della sede aziendale, oppure all’interno dell’azienda stessa in locali utilizzati abitualmente per attività amministrative o di altro genere. (altro…)

Learn More