Adempiere alla volontà referendaria

pettegolezziLa paventata prospettiva di un fantomatico governo di transizione allargato, che qualcuno attribuisce all’iniziativa di Alleanza Popolare, esiste solo nella fantasia di chi ha creato la chiacchiera.

La consultazione referendaria, purtroppo trasformata da qualche esponente politico in una strumentalizzazione con dovizia di disinformazione, ha avuto sviluppi ed esiti che impongono di confrontarsi fattivamente sugli atti da adottare (altro…)

Learn More

Referendum 2016: analisi e commenti

Consiglio Grande e Generale 18 maggio 2016
I Consiglieri di Alleanza Popolare intervengono in Consiglio Grande e Generale sull’esito della consultazione referendaria del 15 maggio 2016 (comma 9).

ASCOLTA GLI INTERVENTI:

 

antonella rosaIntervento di Antonella Mularoni

 

nicolaIntervento di Nicola Renzi

Intervento di Nicola Renzi – replica

matteofiorini 185x185Intervento di Matteo Fiorini

 

marioIntervento di Mario Venturini – replica

 

valeria185Intervento di Valeria Ciavatta

 

Intervento di Valeria Ciavatta sugli esiti della consultazione referendaria del 15 maggio 2016

Per la prima volta, nella storia del referendum a San Marino, uno dei quesiti proposti ha preso più NO che SI: quello sul Polo della Moda.
Dei 3 quesiti approvati, uno (quello sulla preferenza unica anche agli elettori non residenti) passa con una maggioranza molto stretta, tanto stretta che con il quorum precedentemente vigente non sarebbe stato approvato. (altro…)

Learn More

Il polo della moda e i nuovi della politica

I gruppi che fanno capo al noto imprenditore Borletti e alla DEA erano alla ricerca di un’ampia area per la realizzazione di una grande attività commerciale nel nostro Paese. Dopo aver preso in considerazione il Centro Storico e tentato di acquisire, senza successo, gli immobili di Ponte Mellini, hanno ritenuto idonea un’area non lontana dal casello autostradale di Rimini, facilmente accessibile dalla superstrada, in località Rovereta. Il Consiglio Grande e Generale ha approvato la variante di PRG e ha reso edificabile un terreno di 50.000 metri – di basso pregio e adiacente ad una zona industriale e ad una centrale elettrica – per realizzare una costruzione di qualità, e non uno scatolone di cemento, che dovrà accogliere un outlet della moda. (altro…)

Learn More

TETTO DEGLI STIPENDI – LE RAGIONI DEL NO

Con la scheda rosa si chiede che la retribuzione del personale dipendente dello Stato ed Enti Statali, comprese indennità e consulenze, non possa superare i 100.000,00 € lordi

Innegabilmente il nostro Paese e tutto il mondo occidentale stanno vivendo un momento di difficoltà economica e la prima conseguenza di questa situazione è quella di cercare di contrarre e limitare le spese, almeno quelle inutili. Esercizio questo difficile e doloroso, perché si vanno a toccare singole situazioni e particolari ambiti della società che avevano fino ad oggi usufruito di un periodo più florido e ricco. I proponenti di questo quesito referendario vogliono far credere che porre un tetto indiscriminato agli stipendi possa essere un utile risparmio e soprattutto elimini differenze tra lavoratori. (altro…)

Learn More

PREFERENZA UNICA: LE RAGIONI DEL NO

Con la scheda azzurra si chiede che il cittadino sammarinese, sia residente sia estero, esprima, in occasione delle elezioni politiche generali, un’unica preferenza.

Dal 1997 è consentito scegliere tre preferenze; il numero tre, oltre ad essere identificato da sempre come quello perfetto, garantisce in questo caso l’opportunità di esprimere la propria fiducia sia ai candidati più conosciuti e stimati tra coloro che hanno già ricoperto il ruolo di Consigliere, sia a coloro che per la prima volta si affacciano alla vita politica attiva. Tra questi, in particolare, i giovani e le donne che altrimenti vedrebbero compromessa la possibilità di venire eletti, in quanto da sempre soggetti più deboli nelle tornate elettorali. (altro…)

Learn More

Hanno gettato la maschera

La macchina del referendum per chiedere l’abrogazione della variante di PRG di Rovereta, utile ed indispensabile alla realizzazione del Polo della Moda, è partita tramite la raccolta delle firme. In quell’occasione il comitato del si ed i partiti che lo sostengono hanno usato l’argomentazione “non siamo contro il Polo, ma siamo per il parco”. Questa affermazione è stata ormai smentita da più fatti: da un lato, del parco non c’è traccia, dall’altro, la zona verde di Rovereta (altro…)

Learn More