Ecco i quesiti referendari

PRIMO QUESITO – ADESIONE ALL’UNIONE EUROPEA

«La Repubblica favorisce l’integrazione politica, economica, culturale e sociale della popolazione residente sul proprio Territorio nell’Unione Europea, condivide i principi e le finalità del Trattato istitutivo dell’Unione ed aspira ad acquisire la cittadinanza dell’Unione per i propri cittadini.
La Repubblica, giudicando il proprio ordinamento conforme ai requisiti fissati dal Trattato dell’Unione Europea, avvia la procedura di adesione all’Unione Europea.
Il Governo, in nome e per conto della Repubblica, è tenuto ad adempiere alle formalità di istruttoria e di negoziazione, previste dal Trattato dell’Unione, al fine di dare esecuzione in tempi ragionevolmente brevi al completamento della suddetta procedura per l’adesione.
La legge dovrà fissare un termine brevissimo entro il quale la domanda di adesione all’Unione Europea dovrà essere inoltrata.
L’adesione della Repubblica all’Unione Europea potrà essere perfezionata esclusivamente dopo essere stata approvata dai cittadini tramite referendum confermativo di iniziativa consiliare a norma dell’art. 29 della legge 28 novembre 1994 n. 101.
Volete Voi che sia adottata una legge contenente i sopra indicati principi e criteri direttivi?»

SECONDO QUESITO – SALVASTIPENDI

«Volete voi che, fino al rinnovo dei contrattuale collettivi di lavoro scaduti, le retribuzioni dei lavoratori dipendenti siano rivalutate al primo gennaio di ogni anno di un importo pari alla percentuale di inflazione rilevata nell’anno precedente dall’ufficio informatica, Tecnologia, dati e Statistiche dello Stato?»