Comunicato della Segreteria Esteri sul documento UE 21 novembre 2012

 

Repubblica di San Marino

SEGRETERIA DI STATO PER GLI AFFARI ESTERI,

GLI AFFARI POLITICI, LE TELECOMUNICAZIONI E I TRASPORTI

Comunicato stampa

La Commissione Europea ha reso pubblico il documento inerente allo stato delle relazioni fra l’Unione Europea e i Principati di Andorra e di Monaco e la Repubblica di San Marino, in vista di una loro maggiore integrazione con la stessa UE.

Il documento, approvato ieri dalla Commissione Europea, sarà trasmesso al Consiglio Europeo, in particolare al Gruppo EFTA, che entro il mese di dicembre prossimo sarà chiamato ad adottare una decisione in merito.

Il documento, che è stato presentato oggi alla stampa da parte del Segretario di Stato agli Affari Esteri e Politici, Antonella Mularoni, e dal Coordinatore del Dipartimento Esteri, Nicoletta Corbelli, rappresenta il completamento di un lavoro iniziato dalla Segreteria Esteri durante la legislatura appena terminata, portato avanti dal Gruppo tecnico ad hoc costituito con la collaborazione di svariati settori della PA, dalla Direzione Affari Europei e dalla Missione sammarinese a Bruxelles.

Accanto alla relazione corposa e di pregio realizzata dal Gruppo tecnico sammarinese, molto apprezzata a livello comunitario, a livello diplomatico in questi anni costante è stata l’opera di sensibilizzazione nei confronti dei rappresentanti dei 27 Paesi europei.

Il documento della Commissione conferma l’impegno della stessa UE nei confronti degli Stati di ridotte dimensioni territoriali, al fine di migliorare la cooperazione e l’integrazione con l’UE. Composto da una prima parte consultabile in inglese alla pagina http://data.riksdagen.se/fil/D7815673-B75B-4AEE-969C-C9459DC6A23D e da una seconda, ad essa collegata ma più approfondita, alla pagina http://eur-lex.europa.eu/LexUriServ/LexUriServ.do?uri=SWD:2012:0388:FIN:EN:PDFesso riassume le caratteristiche dei tre Stati, la posizione dell’UE nei confronti dei micro Stati in generale, le problematiche legate alle quattro libertà fondamentali, le ipotesi individuate dalla Commissione come possibili – corredate da un’analisi di vantaggi, svantaggi e praticabilità – nonché le raccomandazioni conclusive dell’UE in vista di una maggiore integrazione europea.

Il documento inoltre evidenzia il forte interesse ed impegno di San Marino nella direzione dell’integrazione con l’Unione Europea.

E’ la prima volta – ha riferito la Mularoni – che l’UE si occupa della problematica della integrazione degli Stati di ridotte dimensioni territoriali con tale determinazione, addivenendo ad un documento scritto; documento che risulterà particolarmente utile per i nostri cittadini, chiamati ad esprimersi sul tema nel referendum nella primavera prossima”.

San Marino, 21 novembre 2012/1712 d.F.R.